15 ott 2012

croissant di Pasta Padre (basta co'sta società matriarcale!)

Ho preparato questi cornetti lievitati con la pasta acida con cui faccio anche il pane.
Pasta acida fatta da me.
Mi sono stufata di sentir osannare e  parlare di  pasta Madre, e di questa santificazione della Madre,
e della magia della Madre e del significato profondo della Madre e...'un se ne pole più.
Piaceva tanto anche a me, ma è diventata una specie di dottrina ! 
E la dottrina uccide la poesia.

E' un processo chimico. Molto molto magico, e affascinante. Ma è anche maschile, è lievitO, è batteriO, è impastO. E' dedizione. 
Io ce la metto tutta , la dedizione.  E l'impasto risponde. Per quanto mi riguarda l'ho prodotta io, quindi la madre non è Lei. E comunque in Italia al concetto di Madre si da troppa importanza. Persino quando è pasta impazzita, o troppo inacidita, e con la sua invadenza inacidisce tutto quel che tocca, praticamente siam sempre a mortificarci per non averne avuto troppa cura.  
Anche in cucina i rapporti devono essere sinceri . Sennò i risultati saranno falsati e artefatti.

 Già che c'ero ho deciso di non usare
nessun ingrediente di origine animale.
Non sono Vegana, e sinceramente non credo lo diventerò.
Ma l'ho presa un po' come una ricerca,
un ramo in più della mia materia.
I risultati poi, quando non deludono, vanno raccontati...
E quindi ecco i cornetti-croissant veggie,
lievitati a pasta acida, ripieni di cioccolato fondente e aromatizzati con scorzetta di limone verdello
Ho aggiunto nell'impasto dell'uvetta
e in mancanza di uova, per ritrovare
la vitalità del giallo, ho usato
lo zafferano d'india: la curcuma.         

Faccio l'ultimo rinfresco settimananale
della mia pasta ogni domenica sera,
per poi passare alle cotture il lunedi
Questa volta ho rinuciato a un po' di
pane e ho tenuto un po' di impasto per realizzare i cornetti.
Non si tratta di pasta sfoglia, ovviamente,
ma per facilitare la lievitazione ho replicato tutti i passaggi di piegatura e stesura come se lo fosse.
                        
Una volta lavorata la pasta, si devono stendere dei rettangoli che poi si divideranno in triangol
Per arrotolarli si dovrà partire dalla base e non viceversa.

Con una parte di impasto ho realizzato dei muffin molto soffici...